Passa ai contenuti principali

Dove investire ora: i consigli dei migliori strateghi

Dove gli strateghi degli investimenti vedono opportunità nel mercato attuale.

I mercati statunitensi entrano in vetta alla settimana in quanto gli investitori sono ottimisti sull'andamento del vaccino, nonostante un numero record di casi COVID-19 nelle azioni statunitensi sia stato guidato da grandi società tecnologiche, che sono state meno colpite dalla pandemia e continuano a sovraperformare il mercato in generale.

Il settore immobiliare, che è stato uno dei più forti nel 2019, si trova in una posizione peculiare in quanto i tassi sui mutui sono crollati, portando a un aumento degli acquirenti e dei rifinanziamenti per la prima volta. Gli immobili commerciali, tuttavia, sono in gravi difficoltà poiché le quarantene estese e la dinamica del lavoro da casa non sembra essere una moda a breve termine. Ciò mette sotto pressione REIT e i proprietari di immobili.

Anche le elezioni presidenziali statunitensi a novembre si stanno concentrando mentre gli strateghi cercano di ostacolare le probabilità e i risultati per i prossimi quattro anni.

Questa settimana presenteremo di nuovo Katie Koch, della Goldman Sachs Asset Management, e Ryan Detrick, Senior Strategist del mercato finanziario di LPL, con le loro prospettive.

Mentre condividiamo le raccomandazioni degli strateghi, ogni investitore deve prendere le proprie decisioni in base alla tolleranza al rischio e alla situazione personale. I commenti qui riportati sono per la tua prospettiva, ma non devono essere considerati consigli di investimento.

Katie Koch, copresidente di Fundamental Equity, Goldman Sachs Asset Management 

Il nostro team è stato incuriosito dai movimenti - e dal cambiamento nel comportamento dei consumatori - nel settore immobiliare in mezzo a questa pandemia. Per quanto riguarda il contesto, i REIT sono in calo del 17% rispetto al primo trimestre dell'anno con Tech real estate in crescita del 20%, quelli industriali in crescita del 5-6%, mentre quelli al dettaglio e quelli immobiliari sono in calo del 45%. Tuttavia, c'è stato un forte rally nel secondo trimestre e i settori più colpiti nel primo trimestre hanno sovraperformato con la vendita al dettaglio all'avanguardia. Ora, il tasso di capitalizzazione medio è di circa il 6,3%, il che offre uno spread convincente su vari tassi privi di rischio. I multipli sono circa 15,5x, che è più economico dell'S & P 500. Detto questo, abbiamo notato che le aziende con esposizioni in stati che hanno visto picchi nei casi di virus - come Texas, Arizona, Georgia e Carolina del Nord - hanno sperimentato un pullback la scorsa settimana. 

Migrazione suburbana


Il cambiamento nel comportamento del consumatore è mostrato negli affitti unifamiliari, che continuano a fare bene, spinti dalla tesi che più persone si stanno spostando verso la periferia. Abbiamo visto un aumento delle attività abitative nelle aree suburbane che circondano New York City, un mercato che è diventato più favorevole in questo ambiente (ad esempio: Westchester, Long Island, New Jersey, Connecticut). Alcuni di questi mercati hanno avuto un notevole inventario entrando in questa crisi (ad esempio: Connecticut) e abbiamo visto un drammatico declino in questo inventario mentre le persone fanno questa mossa.

Questi tipi di mercati sono diventati più favorevoli per una serie di motivi, alcuni dei quali includono il desiderio delle persone di avere più spazio mentre lavorano da casa, la capacità di guidare fino all'ufficio invece di prendere i mezzi di trasporto di massa e regimi fiscali più favorevoli. È interessante notare che abbiamo assistito a una conversione dagli affitti agli acquisti perché l'aumento dei prezzi degli affitti rende gli acquisti più interessanti. Riteniamo inoltre che le società di noleggio unifamiliare - e quelle con portafogli che hanno un'esposizione a questi mercati più periferici e agli stati con basse tasse di proprietà - continueranno ad essere interessanti.

Dove investire ora: i consigli dei migliori strateghi[I titoli elencati di seguito non sono raccomandazioni di Katie Koch, GSAM o. Sono solo a scopo informativo e di riferimento]

Ryan Detrick, LPL Financial Sr. Market Strategist 2

Sebbene tutti gli anni elettorali siano diversi, il 2020 può essere senza dubbio uno degli anni elettorali più singolari di sempre. Abbiamo una pandemia, una profonda recessione, una partecipazione estremamente accresciuta, una controversia sulla votazione per corrispondenza, un presidente imprevedibile e il candidato presidenziale più anziano di sempre.

Sorprendentemente, il 1940 fu l'ultima volta che l'indice S&P 500 fu più basso durante un anno elettorale con un operatore storico alla Casa Bianca. Storicamente, quando un presidente è stato candidato alla rielezione, tendeva ad aumentare le scorte. Le scorte erano in calo nel 2008, ma il presidente George W. Bush aveva concluso i suoi due termini. Non si tratta di repubblicani o democratici: si tratta di operatori storici che cercano di stimolare l'economia e i prezzi delle azioni prima che gli elettori vadano alle urne. Alcune buone notizie sull'economia nei prossimi mesi o progressi verso un vaccino potrebbero potenzialmente riportare l'S & P 500 in territorio positivo per l'anno, dopo essere sceso del 30% da inizio anno a marzo, ed è possibile che possa aiutare il presidente Donald Trump possibilità di rielezione.

Dove investire ora: i consigli dei migliori strateghi

Dal 1928, il mercato azionario ha previsto con precisione il vincitore delle elezioni presidenziali l'87% delle volte, comprese tutte le singole elezioni dal 1984. È abbastanza semplice. Quando l'S & P 500 è stato più alto nei tre mesi precedenti le elezioni, il partito in carica di solito ha vinto; quando le scorte erano inferiori, la parte in carica di solito ha perso.

Ripensa al 2016, quando praticamente nessuno si aspettava che Hillary Clinton perdesse, tranne che per il mercato azionario. Le azioni sono state piuttosto deboli e hanno portato alle elezioni, con la media industriale di Dow Jones in calo di nove giorni consecutivi. Copper (un gioco del presidente Trump sull'infrastruttura) era in campo da record per 14 giorni consecutivi.

Potenziali modifiche alle politiche

I mercati tendono ad essere volatili prima delle elezioni a causa dell'incertezza sui possibili cambiamenti politici. In queste elezioni, la posta in gioco è particolarmente alta per le società americane perché, secondo quanto riferito, un'acquisizione del Senato da parte dei democratici e una possibile vittoria di Biden potrebbero portare ad un aumento dell'aliquota dell'imposta sulle società dal 21% al 28% e rilanciare gli utili societari per stimolare il  2017 Tax Tax and Jobs Act  consegnato


Commenti