Nuovi Lavori del 2023, le Professioni più Ricercate

Hai le migliori possibilità di essere assunto se stai perseguendo una di queste 12 carriere nel 2023. Questi sono i lavori con la più alta domanda di assunzione e il maggiore aumento della crescita secondo Economia Italia, un portale di economia e finanza, che si occupa anche di formazione professionale, ricerca lavoro ma sopratutto di come scegliere una professione, di idee imprenditoriali di tendenza e di come rendersi economicamente indipendenti. 

Oltre la metà di queste professioni paga più di 100.000 euro all'anno, alcuni non richiedono un diploma universitario, alcuni hanno corsi online e alcuni ti consentono di lavorare da casa.
 
Il mondo è tornato a funzionare e anche tu! Quindi, devi fare in modo che i tuoi passi (o dovrei dire interviste) contino. Diamo un'occhiata alle carriere più pagate che stanno crescendo più velocemente e alle carriere che assumeranno di più nel 2023.


Nuovi Lavori del 2023, Professioni più Ricercate

10 Azioni da Comprare nel 2023 e Tenere per i Prossimi 50 anni

In questo articolo, discutiamo i 10 migliori titoli da acquistare nel 2023 per i prossimi 50 anni. 

Bank of America ha pubblicato un rapporto l'8 giugno che ha evidenziato come il mondo si sta trasformando proprio davanti ai nostri occhi. Con il cambiamento dei dati demografici, della composizione della forza lavoro e dei cicli economici, ci sarà un cambiamento nelle tendenze della domanda nei prossimi anni. 

Leggi anche: le migliori azioni da comprare questo mese

BoFA ha riflettuto sulla situazione in Ucraina, nonché sull'elevata inflazione e sulle minacce di una recessione negli Stati Uniti. Tuttavia, l'azienda ha indicato cambiamenti su larga scala che sono già in atto, come l'aumento della popolazione, il cambiamento climatico, l'invecchiamento della popolazione globale e il calo dei tassi di fertilità, solo per citarne alcuni. La Bank of America ha scritto nel suo rapporto che "il mondo non assomiglierà per niente a quello che è oggi negli anni a venire". L'azienda ha ribadito che più importanti di una popolazione in crescita sono le tendenze della domanda in rapida evoluzione tra le persone con cui le industrie devono stare al passo. 


“Il Nuovo Ordine Mondiale”


Il “nuovo ordine mondiale” è stato messo in moto. Negli ultimi 50 anni la popolazione mondiale è raddoppiata, ma non ha ancora raggiunto il picco. Secondo le Nazioni Unite, la popolazione mondiale potrebbe raggiungere gli 11 miliardi entro il 2100, rispetto ai circa 7,9 miliardi di oggi. Tuttavia, il tasso di fertilità globale dovrebbe scendere da 2,5 nati vivi per donna nel 2019 a circa 1,9 nel 2100. Ciò si tradurrà in un boom del mercato dei benefici per la salute della fertilità. Allo stesso modo, l'aspettativa di vita degli americani aumenterà da 72,3 a 76,8 anni entro il 2050, il che significa che anche i settori assicurativo, sanitario e degli alloggi per anziani sperimenteranno notevoli guadagni. 

Carte di Credito Poste Italiane Opinioni Recensione

I pagamenti digitali sono ormai una realtà comprovata nello scenario commerciale italiano e non solo, con un susseguirsi di prodotti che sostituiranno progressivamente il contante. Tra questi vi sono le carte di credito Poste Italiane ( BIT: PST ), che scopriremo insieme nell'articolo di oggi comprendendone caratteristiche e costi.

Tre modelli, per acquistare quotidianamente negli esercizi commerciali convenzionati e online, che offrono più modalità di rimborso a seconda delle proprie esigenze, con la possibilità di tenere sotto controllo le spese godendo di importanti coperture assicurative. Dopo aver parlato della carta di debito Postepay, vediamo come funzionano e cosa offrono le carte di credito Poste?

 Leggi anche: Investire in poste vita

Carte di Credito Poste Italiane Opinioni Recensione

Quali carte di credito offre Poste Italiane e quali sono le loro caratteristiche?

Le carte di credito Poste Italiane sono collegate al conto corrente BancoPosta e quindi richiedibili direttamente alla sua apertura o successivamente. Su circuito Mastercard, consentono di rateizzare le spese online e nei negozi convenzionati con piani di rimborso variabili.

Sono disponibili tre modelli, differenti per fido, costi e caratteristiche varie, ma tutte gestibili e monitorabili dalla piattaforma online e dall'apposita app BancoPosta, sicure col sistema Mastercard Identity Check e conformi alla Direttiva UE PSD2 sulla sicurezza delle transazioni digitali.

Riguardando piani di finanziamento, presentano requisiti simili a quelli di un prestito.


BancoPosta Classica

Emessa da Deutsche Bank per Poste Italiane, la carta di credito BancoPosta Classica permette di acquistare con la massima flessibilità scegliendo tra modalità a saldo o rateale, dando fino a 40 giorni per rimborsare le spese. Comprende copertura assicurativa contro furto e rapina.

  • Canone: 37,00 euro/anno, carta aggiuntiva 25,00 euro/anno
  • Emissione: gratuita, all'apertura conto corrente o successivamente
  • Validità: 5 anni
  • Fido: 1.600 euro
  • Contactless: si
  • Prelievi/anticipi: 4% importo richiesto, min 100,00 max 300,00 euro/giorno
  • Addebito: giorno 28 del mese
  • Modalità rimborso: a saldo o rate, min 50,00 euro/rata, fino a 40 giorni dalla spesa
  • Interessi: TAN 13,92% e TAEG 22,33% per rimborso rateale
  • Estratto conto: 1,20 cartaceo, gratuito online
  • Assicurazioni: furto, rapina e scippo beni acquistati
  • Sostituzione: gratuita per deterioramento, 15,49 euro per furto o smarrimento
  • Funzioni extra: cambio modalità rimborso, monitoraggio spese, programma cashback ScontiPoste
  • Requisiti: residenza italiana, nessun'altra carta credito BancoPosta, accredito stipendio/pensione su BancoPosta, almeno 1 anno anzianità lavorativa e 6 mesi di BancoPosta per lavoratori autonomi
  • Documentazione richiesta: documento identità valido, codice fiscale, permesso soggiorno per cittadini extracomunitari, ultima busta paga per lavoratori dipendenti, Modello Unico, copia iscrizione albo e copia iscrizione CCIAA per lavoratori autonomi, ultimo cedolino per pensionati

BancoPosta Oro

Emessa da Deutsche Bank, la carta di credito BancoPosta Oro ha elevata disponibilità mensile e consente di posticipare gli addebiti spese, dando fino a 40 giorni di rimborso a saldo o rateale. Offre anche copertura assicurativa da furto e danni con assistenza sanitaria.

  • Canone: 55,00 euro/anno, carta aggiuntiva 35,00 euro/anno
  • Emissione: gratuita, all'apertura conto corrente o successivamente
  • Validità: 5 anni
  • Fido: 5.200 euro
  • Contactless: si
  • Prelievi/anticipi: 4% importo richiesto, min 100,00 max 600,00 euro/giorno
  • Addebito: giorno 28 del mese
  • Modalità rimborso: a saldo o rate, min 500,00 euro/rata, fino a 40 giorni dalla spesa
  • Interessi: TAN 13,92 e TAEG 17,86 per rimborso rateale
  • Estratto conto: 1,20 cartaceo, gratuito online
  • Assicurazioni: furto, rapina, scippo e danni da trasporto beni entro 24 ore dall'acquisto, assistenza sanitaria e stradale
  • Sostituzione: gratuita per deterioramento, 15,49 euro per furto o smarrimento
  • Funzioni extra: cambio modalità rimborso, monitoraggio spese, programma cashback ScontiPoste
  • Requisiti: residenza italiana, nessun'altra carta credito BancoPosta, accredito stipendio/pensione su BancoPosta, almeno 1 anno anzianità lavorativa e 6 mesi di BancoPosta per lavoratori autonomi
  • Documentazione richiesta: documento identità valido, codice fiscale, permesso soggiorno per cittadini extracomunitari, ultima busta paga per lavoratori dipendenti, Modello Unico, copia iscrizione albo e copia iscrizione CCIAA per lavoratori autonomi, ultimo cedolino per pensionati


BancoPosta Più

Presentata da Poste in collaborazione con Compass, la carta di credito BancoPosta Più da' massima flessibilità di rimborso, con elevata disponibilità di spesa mensile e più periodi d'ammortamento a seconda degli importi spesi, anche con trasferimenti dal fido al conto corrente BancoPosta.

  • Canone: 37,00 euro/anno, carta aggiuntiva 6,00 euro/anno
  • Emissione: gratuita, all'apertura conto corrente o successivamente
  • Validità: 5 anni
  • Fido: da 2.600 a 3.600 euro
  • Contactless: si
  • Prelievi/anticipi: 4% importo richiesto, max 300,00 euro/giorno e 600,00 euro/mese, gratuito con bonifico Compass min 180,00 euro
  • Addebito: giorno 12 del mese
  • Modalità rimborso: a saldo o rate da 6 a 24 mesi
  • Interessi: TAN massimo 14,20% TAEG massimo 19,93% per rimborso rateale, 0,50 euro ogni 100,00 euro rateizzati
  • Estratto conto: 1,20 cartaceo, gratuito online
  • Assicurazioni: furto, rapina e scippo beni entro 12 ore dall'acquisto
  • Sostituzione: gratuita per deterioramento, 15,49 euro per furto o smarrimento
  • Funzioni extra: trasferimento fondi su BancoPosta, cambio modalità rimborso, monitoraggio spese, programma cashback ScontiPoste
  • Requisiti: età massima 72 anni, residenza italiana, accredito stipendio/pensione su BancoPosta, almeno 1 anno anzianità lavorativa e 6 mesi di BancoPosta per lavoratori autonomi
  • Documentazione richiesta: documento identità valido, codice fiscale, permesso soggiorno per cittadini extracomunitari, ultima busta paga per lavoratori dipendenti, Modello Unico, copia iscrizione albo e copia iscrizione CCIAA per lavoratori autonomi, ultimo cedolino per pensionati

Opinioni finali sulle carte di credito di Poste Italiane

Secondo Minsait, a fine 2021 il 54,2% degli italiani smetterebbe di utilizzare il contante, di questi il 58,9% utilizza carte di credito, +1,6% rispetto all'anno precedente. Un trend destinato a crescere ancora, trainato anche dalle soluzioni Poste.

Concludendo quest'esame, emerge quanto Poste Italiane sia all'avanguardia anche sul fronte carte di credito, con tre modelli assolutamente validi che si differenziano per volume operativo e costi, sebbene siano simili per funzionalità. Quella che presenta maggiori differenze è BancoPosta Più, che per via della collaborazione con Compass offre caratteristiche e condizioni contrattuali diverse dalle altre due versioni.

A conti fatti, davanti alla necessità di rimborsare ratealmente o in modo posticipato le proprie spese, tutte e tre offrono costi e prestazioni competitive rispetto alla concorrenza, che le rendono particolarmente convenienti e versatili per molte necessità, nonostante la commissione di prelievo sia notevole.

In ogni caso, avendo a che fare con finanziamenti e soluzioni rateali, si richiedono scelta fortemente oculata e responsabilità, per non incorrere in brutte sorprese.

Investimenti Sicuri nel 2023, Consigli ed Idee per Investire Soldi

Decidere di fare investimenti nel 2023 è possibile oppure il mercato è ancora Orso? Ecco una serie di consigli ed idee da esperti finanziari. 


Fare investimenti sicuri sarà un obbligo di ogni buon investitore, perché ormai con il Bail In cambia tutto, se una banca fallisce non sarà più lo Stato ad aiutarla, ma saranno i clienti a sorreggere il peso del fallimento, come abbiamo visto nei recenti casi di Banca Marche o Banca Etruria.

Proprio così, ad esempio: investire in azioni bancarie si potrà sempre fare, ma con un occhio di riguardo in più rispetto prima, anche mettere soldi al sicuro nei conti correnti sarà un'operazione che continueremo a fare, ma non più con lo spirito di totale fiducia che avevamo fino a qualche tempo fa insomma: fare investimenti è diventato sempre più complicato, per questo abbiamo deciso di fare una guida più chiara e semplice possibile, in modo che sia facilmente comprensibile da tutti.

Il Bail In, cioé quello che in molti chiamano il prelievo forzoso dai conti correnti ( in realtà sarà possibile solo per i conti correnti con un importo superiore agli 100 mila euro)  é già una realtà in tutta Europa, tanto che la UE ha già bacchettato il Governo Renzi, solo per il fatto di aver 'spinto'.

Investimenti sicuri nel 2023, l'andamento mercati finanziari

  1. Dopo ben 10 anni, il 16 dicembre scorso, la Federal Reserve ha aumentato i tassi di interesse dal 0,25% allo 0,50% e altri aumenti potrebbero avvenire nell'immediato futuro.
  2. I grandi debitori, cioè gli stati in via di sviluppo ne risentiranno più degli altri, visto che devono ridare 9 mila miliardi di dollari ai propri creditori.
  3. Per le economie europee e giapponese ( e relative aziende)  potrebbe essere un bene, in quanto molti grandi investitori probabilmente preferiranno il vecchio continente.
  4. Più prestiti in dollari; visto che il dollaro prometteva pochi guadagni, gli investitori hanno da tempo preferito altre valute; l'aumento dei tassi della Fed potrebbe far cambiare questo andamento.
  5. Materie prime: con un dollaro più forte potrebbero ulteriormente diminuire ( pensiamo sopratutto al petrolio, il cui prezzo ormai è in ribasso da mesi e non sembra fermarsi).
  6. Obbligazioni societarie americane: il rendimento di questo tipo di obbligazioni potrebbe aumentare, come già accaduto in passato in situazioni analoghe.
  7. Aumento dei tassi di interesse sui mutui: uno dei più evidenti effetti sull'aumento del costo del denaro negli Stati Uniti, sarà l'aumento del tasso degli interessi sui mutui in America, cosa che di solito preannuncia un aumento dei tassi sui mutui pure da Noi.
  8. Azioni di aziende High Tech, una possibilità che ci arriva dagli Stati Uniti.

Cosa bisogna sapere prima di fare un investimento:

  • Un recente studio internazionale, ha evidenziato come in molti paesi del mondo ci sia in larga parte della società una mancanza di cultura finanziaria<7a>.
  • In particolare le donne e i paesi latini hanno una altissima percentuale di ignoranti nel ramo della finanza, non conoscono nemmeno l'ABC, cioè ad esempio la differenza tra una azione ed una obbligazione. In Italia si parla che 2 persone su 3 sono dei completi analfabeti finanziari, per questo all'articolo al link sopra, abbiamo cercato di fare un primo 'step', una prima infarinatura su come si investono i propri soldi.
  • Sperando di essere letti, se l'iniziativa avrà successo ad una prima 'lezioncina' ne seguiranno altre, senza andare a spiegare situazioni troppo difficili, cercheremo di offrire un servizio che riesca a colmare la cultura di più persone possibili. 
Investimenti Sicuri nel 2021, Consigli ed Idee per Investire Soldi

Leggi anche >>> Dove Investire nel 2023 . 

Le migliori azioni da Comprare

Azioni Facebook( FB) : E' il social network più usato, anche se la sua crescita sta calando, è comunque fonte di guadagno con debiti zero. 

Azioni Alphabet ( GOOGL) è uno dei 10 giganti dei internet che ha quasi il monopolio dei motori di ricerca. Indispensabile avere delle azioni Google nel proprio portafoglio titoli.

Azioni da comprare con alti dividendi.

Azioni Apple: una delle più grandi industrie di PC e smartphone.

Investire in oro

  • E' tornato di gran moda il metallo giallo; l' oro, d'altronde non poteva essere altrimenti, vista la crisi delle borse mondiali, loro è un bene rifugio anzi, è il bene rifugio per eccellenza, la sicurezza di avere un bel lingotto di qualche decina di migliaia di euro di valore sotto al letto è ormai un sentire che va al di là della razionalità, per entrare nel campo della psicologia e del trascendente.
  • Investire soldi in oro - o in titoli legati all'oro - cioè all'oro finanziario e non oro fisico è una delle scelte migliori che hanno fatto milioni di investitori in tutto il mondo in questo 2023.

Investire in Arte Moderna:

  • Comprare un quadro di arte moderna non è più considerata una cosa per ricchi eccentrici, ma è un modo per investire soldi e guadagnare. Di certo bisogna farsi una cultura, bisogna che sia più una passione che un lavoro, ma i dati non mentono: è un mercato in continua crescita che può regalare molte soddisfazioni, sia finanziarie che personali.

Investire nel mercato Immobiliare

L'Italia è la patria dell'immobiliare, questo lo possiamo dire senza smentite. Il mercato immobiliare nel 2023, è ancora caratterizzato da ottime occasioni da sfruttare opera chi vuole comprare una casa per farci soldi, come per chi vuole comprare una casa per abitarci, questo perchè il mercato del mattone ha avuto il suo picco negativo nel 2023, ma la crisi del coronavirus del 2020 ha dimostrato quanto la casa dove si abita sia un investimento fondamentale per la Nostra vita, in quanto ci può portare anche rendita, affittandone una parte o sfruttandola come posto di lavoro
 

Si abbassano le tasse sulle case e riniziano pian piano ad alzarsi i prezzi: più tempo passa, più c'è domanda e più i prezzi crescono, questo lo capisce anche un bambino, per questo bisogna affrettarsi a comprare se si ha a disposizione il giusto capitale.

Comprare oro oggi:

L'oro è da sempre considerato l'investimenti sicuro per eccellenza, il bene rifugio dove mettere i Nostri risparmi in caso di gravi accadimenti sociali ed economici, come grandi crisi finanziarie globali o guerre, carestie, rivoluzioni.

Dovrebbe quindi far riflettere che il prezzo dell'oro è schizzato in alto in questi ultimi mesi, dalla fine del 2022 ad oggi il prezzo dell'oro non ha fatto altro che alzarsi, per la gioia di chi aveva creduto in lui alla fine del 2022. L'oro quindi, è sempre e comunque una cosa da valutare, specialmente in un'ottica di differenziazione. La crisi del Covid ha dimostrato che l'oro è ancora il bene rifugio per eccellenza. Nonostante gli anni e i secoli che passano, l'oro non passa mai di moda

Comprare Buoni Fruttiferi Postali:

Una conferma ed un grande ritorno. Dopo l'ubriacatura degli anni '70 ed inizio anni '80, quando i Buoni Postali venivano considerati alla stregua di azioni, il mercato soprattutto dopo che investire in Obbligazioni statali é diventato praticamente impossibile per i suoi rendimenti azzerati, molte persone hanno deciso di comprare Buoni Postali.

Il Buono Postale va considerato più che altro una forma di risparmio, rispetto che una forma di investimento. Il Buono Postale non ha costi, non ha spese ed é garantito al 100% dallo Stato. E' proprio questa assoluta garanzia di riprendere tutti i soldi investiti quando più vogliamo che spinge sempre più persone a comprarli, anche se ora come ora danno tassi di rendimento veramente bassi, inferiori di media all'uno per cento annuo.

Oltre ad essere garantiti dallo Stato, non hanno costi di gestione o altri costi, quindi una volta che mi serviranno i soldi ed andrò a ritirarli, avrò tutto il capitale che ho versato. Poi, se li avrò maturati, avrò anche gli interessi, naturalmente.  Questo è uno dei metodi più popolari in Italia per investire soldi è quello di comprare Buoni Fruttiferi Postali. In realtà non si tratta di un vero e proprio investimento, in quanto gli interessi maturati sono bassi, però è una forma di risparmio sicura al 100% perché i BFP sono emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e si tratta di un investimento sicuro al 100%, almeno per quanto riguarda il capitale versato, che verrà sempre restituito. 

Per minorenni: proprio i Buoni Postali possono essere un ottimo modo per investire soldi per minorenni; ci sono infatti proprio degli BFP appositi per minorenni, i quali partono da 50 euro di accumulo mensile o multipli, per poter offrire da un giovane, un futuro sereno quando sarà maggiorenne; si consideri che mettendo via oggi 50 euro al mese in BFP, si avranno dopo 18 anni la bellezza di più di 10 mila euro in contanti, che non sono male se uno si vuol pagare gli studi, iscrivere all'Università, iniziare un piccolo lavoretto autonomo o solo comprare una macchina.

Investire in Titoli di Stato

Con l'aumento del costo del denaro negli USA le cose potrebbero cambiare anche in Europa per quanto riguarda le obbligazioni di stato  italiane , in cui interessi erano arrivati ad essere così bassi che il piccolo risparmiatore non li ha più comperati e si è rivolto ad altri tipi di risparmio garantito.

Forse vedremo finalmente questi tassi di interesse aumentare, ma ancora è troppo presto per parlare, sicuramente però Noi di Investimenti Oggi  terremo d'occhio questo interessante settore.

Investire in Poste Vita

Poste Vita è una società per azioni controllata al 100% da Poste italiane. Si occupa della gestione del risparmio tramite strumenti quali pensioni integrative e assicurazioni sulla vita non convenzionali.

Poste Vita ha degli ottimi rendimenti, se consideriamo che sono quasi sempre a capitale garantito e i tempi che stiamo correndo.

Aprire un Conto deposito

Come dicevamo prima, dal 2023 bisogna stare attenti alla banca a cui affidiamo i Nostri risparmi, anche metterli in un conto corrente, nel caso in cui questo dovesse superare i 100 mila euro potrebbe essere a rischio Bail-In, per questo sia i conti correnti che i conti deposito sono 'risparmi al sicuro', ma non al 100%.

Resta il fato che se ci si fa un minimo di attenzione possiamo stare tranquillissimi e concentrarci sul c/c che ci dà più interessi o quello con meno spese per cercare quantomeno di non rimetterci troppo e magari guadagnarci qualcosa.

Migliori IPO di quest'anno : un ottimo metodo per investire in azioni

Quest'anno terremo particolare attenzione ad alcune IPO molto interessanti, che sono tra gli investimenti più sicuri che si possono fare in campo azionario.
  1. Poste Italiane, ormai é sicuro, il gigante che collega l'Italia ormai da quasi 2 secoli verrà privatizzato nel 2023.
  2. Enav, anche l'ente che controlla tutta la sicurezza dei cieli italiani verrà privatizzato, anche questa IPO sarà particolarmente interessante per tutti i piccoli risparmiatori.
  3. Uber: già se ne parla dall'anno scorso, ma se la pubblica offerta di azioni non è stata fatta per il 2023, sembra quasi sicuro che venga fatta per il 2023, per questa azienda nata da una semplice App.
  4. Ferrovie dello Stato: finalmente si farà, dopo che è stata rimandata di un anno finalmente la privatizzazione delle Ferrovie italiane sembra solo un problema burocratico
investire in azioni

Investire in Bicoin: dove comprarli

Il Bitcoin è ormai la criptovaluta per eccellenza. Nata nel lontano 2009, a maggio 2023 il valore uninominale della moneta è ormai riuscito a superare il tetto dei duemila euro, chi ha investito soldi qualche anno fa a certamente fatto un bell'affare.. E pensare che otto anni fa 1 Bitcoin valeva qualche centesimo e nulla di più. Difficile prevedere l'andamento che piega prenderà, nel prossimo futuro.

 Il valore del Bitcoin continuerà a crescere o subirà un brusco calo? Nessuno può dirlo con certezza. Tuttavia l'enorme successo delle criptovaluta e l'interessa che il Bitcoin è riuscito a suscitare tra gli investitori ma  anche nei mass media nazionali, ha indotto molte persone ad investire in Bitcoin. La prima domanda da porsi riguarda ovviamente il come comprarli. Nulla di più semplice.

Ricordiamo sempre che i bitcoin o le altre criptovalute sono investimenti ad altissimo rischio che Noi sconsigliamo sempre. 

Dove investire in Bitcoin

Per acquistare Bitcoin basterà recarsi su una delle numerose piattaforme presenti sul web, che permettono di aprire un portafoglio elettronico e che danno la possibilità di acquistare Bitcoin direttamente dai mercati o mettendo in comunicazione acquirente e venditore. Nell'ultimo caso si parla di piattaforma di scambio.
Ma cerchiamo di conoscere nel dettaglio quali sono le piattaforme più accreditate e maggiormente affidabili.
In tema di investimenti in Bitcoin è impossibile non citare Coinbase, una delle piattaforme più utilizzate al mondo per acquistare e vendere Bitcoin. E' possibile collegare all'account Coinbase la propria carta di credito o un conto bancario. La piattaforma inoltre integra un sistema di acquisto, vendita e scambio di Bitcoin tramite semplici comandi inviati tramite SMS.
Altro sito da tenere d'occhio è certamente LocalBitcoins. Qui abbiamo la possibilità di acquistare o vendere Bitcoin da utente ad utente. E' una piattaforma molto sicura perché ciascuna transazione viene convalidata solo se il venditore ha effettivamente ricevuto il proprio corrispettivo.
Non dimentichiamo Kraken, che oltre ai Bitcoin permette di effettuare transazioni con molte altre cryptovalute. La piattaforma accetta depositi tramite bonifici bancari. E' da citare inoltre anche Xapo, che al pari di Kraken, accetta depositi con bonifici. I fondi depositati potranno essere utilizzati per acquistare Bitcoin esattamente al prezzo di mercato del giorno.
Per ultimo, se vogliamo acquistare Bitcoin, dimentichiamo poi Bitboat, una piattaforma di scambio che accetta transazione Euro Bitcoin. Non è necessaria l'iscrizione ne possedere una carta o un conto bancario. Il sito accetta infatti anche altri pagamenti come Paysafecard e Jiffypay. Altro sistema è il Postebit, molto simile a Bitboat ma che prevedere un pagamento tramite un ufficio postale o un centro Lottomatica o Sisal.
Quando si parla di acquisto di Bitcoin, un aspetto di cui è necessario trattare è quelle delle commissioni richieste dalle piattaforme su cui è possibile comprarli. Solitamente l'ammontare di tali commissioni variano dal 1 al 5% dell'acquisto effettuato. Ovviamente tutto dipenderà dalla piattaforme che decideremo di utilizzare, dall'entità del nostro acquisto e dallo strumento di pagamento scelto.
Gran parte dei Exchange, come i già citati Kraker o Xapo, permettono di utilizzare soprattutto il bonifico bancario internazionale come mezzo di pagamento per le transazioni di acquisto di Bitcoin. Ma esistono piattaforme che accettano altre tipologie di pagamento? La risposta è si. In realtà è possibile investire in Bitcoin utilizzando Paypal, carte di credito e perfino effettuare acquisti tramite SMS.
Ecco quali sono le migliori criptovalute
Solitamente sono le piattaforme di scambio ad offrire la più ampia gamma di possibilità. Sul già citato LocalBitcoin, ad esempio, sono i venditori a decidere sia il prezzo di vendita che le modalità con le quali preferiscono essere pagati.
Noi acquirenti non dovremo fare altro che cercare il venditore che accetta il metodo di pagamento che preferiamo ed il gioco sarà fatto. Per dare conferma al venditore dovremo poi inviare a quest'ultimo una copia che attesta l'avvenuta transazione.
Anche gli investimenti in Bitcoin con carta di credito o debito sono molto diffusi. Come già accennato Coinbase permette di associare la propria carta al conto Coinbase. C'è però da considerare che questa tipologia di pagamento prevede di solito commissioni più elevate.

Investimenti sconsigliati per questo periodo :

  • Non vogliamo dare solo consigli su dove investire, ma anche avvertire di investimenti a rischio, ad altissimo rischio, investimenti che Vi invitiamo a non fare in nessun modo, come le opzioni binarie.
  • Bank of Scotland ha mandato una lettera ai suoi clienti all'inizio di Gennaio, consigliandoli di vendere tutti i titoli a rischio.
Investimenti sicuri nel 2018, consigli ed idee per investire soldi
Come guadagnare soldi con le opzioni binarie? Ecco una piccola guida introduttiva per principianti che per la prima volta si avvicinano a questo misterioso ed affascinante mondo dell''investimento online.

Guadagnare soldi lavorando su internet da casa, è possibile almeno da una 15ina di anni, in particolare il Trading Online è regolamentato anche dall'Italia dall'inizio di questo 3° millennio, una vera rivoluzione in campo lavorativo e finanziario di cui non tutti riescono a capire la portata storica ed economica, a volte neppure gli operatori del settore stesso, per non parlare di chi non sa nulla di finanza, cioè il 65% degli italiani
Tra i tanti modi di lavorare da casa e guadagnare soldi, quello di fare trading puntando sulle opzioni binarie, un investimento ad alto rischio che però una volta che si è imparato ad usare può portare anche un principiante ad avere dei discreti risultati, un sistema che Noi sconsigliamo a chi non ha le basi, naturalmente.

Quanto guadagnano i cantanti al Festival di Sanremo

Quanto guadagnano i cantanti al Festival di Sanremo? Chi sono i cantanti italiani più ricchi? Quanto guadagna un cantante oggi vendendo dischi, MP3, facendo concerti, con i video su Youtube, ma sopratutto: quanto guadagnano i cantanti al Festival di Sanremo?


Il Festival di Sanremo è la più importante manifestazione musicale in Italia, la edizione del 2023, sarà la numero 69 e anche questa, come l'anno passato dovrebbe essere una "edizione speciale" in quanto setiamo vivendo momenti storici, vuoi perchè c'è una guerra in atto in più rispetto l'anno scorso, vuoi perchè per la prima volta nella storia c'è una donna in italia a governare..

Ormai Sanremo è diventato una specie di festa nazionale della musica, il Festival della Canzone italiana, nonostante sia criticato da tanti, è sempre ancora visto da milioni di persone non solo perchè queste vogliono ascoltare un po' di canzoni ma grazie sopratutto a tutto quello che c'è intorno.


Quanto guadagnano i cantanti al Festival di Sanremo?


Come dicevamo, quello che attrae il pubblico sono fondamentalmente 2 cose: lo spazio che Sanremo prende su tutti i media nazionali, dalla RAI che lo trasmette in diretta, da tutti i programmi RAI che ne parlano da settimane prima e che durante il Festival fanno dirette, interviste, revival di canzoni famose, ma sopratutto dal gossip , come quello che parla degli stipendi dei cantanti e dei conduttori Televisivi.

Migliori azioni di Oggi alla Borsa di Wall Street

Di seguito, ecco  i titoli azionari con le migliori performance di oggi presso la borsa valori di New York


Hon Hai Precision Industry Co. ha registrato profitti trimestrali superiori alle stime degli analisti, indicando una solida domanda per la gamma iPhone 11 di Apple Inc.
L'assemblatore della maggior parte degli iPhone e iPad del mondo ha registrato un utile netto di NT $ 30,7 miliardi ($ 1 miliardo) per il trimestre di settembre, rispetto a una stima media di NT $ 27,7 miliardi.
Apple il mese scorso ha previsto entrate per le vacanze che hanno superato le proiezioni di Wall Street, suggerendo un appetito salutare per i modelli di iPhone 11 con prezzi di entrata inferiori e fotocamere notevolmente migliorate. Si dice ora che le spedizioni di iPhone torneranno alla crescita nel 2020, quando finalmente introdurrà i propri dispositivi 5G, un vantaggio per i fornitori di hardware come Hon Hai e il produttore di chip Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. che affronta un mercato in decelerazione. I partner di assemblaggio come Hon Hai e TSMC in genere iniziano a prepararsi per settimane di produzione, se non mesi, prima del lancio commerciale di un dispositivo.
Le prospettive di Apple e dei suoi principali fornitori rimangono oscurate da una guerra commerciale in corso. AirPods, Apple Watch, HomePod e altri dispositivi fabbricati in Cina sono stati colpiti con tariffe del 15% e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump non ha escluso la possibilità di un prelievo su iPhone a partire dal 15 dicembre. Hon Hai ha detto che sta entrando nella produzione di articoli indossabili il prossimo anno, potenzialmente in competizione per più business Apple ma aumentando anche la sua esposizione alla guerra commerciale.
Hon Hai, che ottiene la metà delle sue entrate dal suo partner di Cupertino, in California, si sta ora diversificando dalla sua principale base di produzione cinese per mitigare l'impatto di potenziali tariffe punitive. Sta spendendo più di NT $ 17 miliardi per costruire fabbriche in India e Vietnam, rispondendo alle esigenze dei clienti, ha dichiarato il Chief Financial Officer David Huang in una conferenza sugli utili. Questi due paesi diventeranno centri di produzione regionali, ha aggiunto.
Ulteriori informazioni: Apple prevede che le spedizioni di iPhone torneranno alla crescita nel 2020
L'investimento di Hon Hai incapsula una tendenza fondamentale che sta iniziando a scuotere la produzione della maggior parte dell'elettronica mondiale. Aziende taiwanesi come Hon Hai, che oggi fanno la maggior parte dei marchi più riconoscibili, hanno iniziato a investire in Cina decenni fa, dando il via a una trasformazione che ha reso la Cina la fabbrica mondiale. Ma di fronte alle crescenti tensioni commerciali e alle tariffe statunitensi, i leader di quelle società - che in genere operano con margini sottili - stanno riconsiderando il loro impegno nei confronti della Cina.
Migliori azioni di Oggi alla Borsa di Wall Street

Investire oggi: dove e come fare soldi con il Trading Online

Investire oggi soldi in trading online conviene , dove e come è possibile fare investimenti?
Per poter investire in questo mercato, è necessario sapere di cosa si tratta e, comprendere quale siano le norme che lo regolano.
Il Trading Online è quell'attività che consente di trarre profitti, dalla variazione delle quotazioni degli asset presenti sui principali mercati finanziari internazionali.
Per poter operare in questi mercati è indispensabile conoscere gli strumenti, le strategie e le tecniche fornite da broker professionisti del settore.
Detto cosi, sembrerebbe un qualcosa di complicato.
In realtà non è proprio cosi, ma seguire determinate regole e dettami risulta fondamentale, per non incorrere in eventuali e sgraditi crack finanziari.
Vediamo brevemente alcuni consigli utili.

Alcuni consigli da seguire


Il primo consiglio è quello di avvicinarsi a questo mondo, in maniera cauta e senza pretendere di sapere e conoscere determinati meccanismi, fino ad allora sconosciuti.
Affidate quindi ad un broker esperto.
Sul mercato c'è ne sono diversi, anche se non tutti sono, per cosi dire, specializzati in un settore piuttosto che in un altro.
Per evitare di perdere somme di denaro in maniera errata e non costruttiva, affidatevi alle cosiddette versioni demo. Cosa sono?
Essenzialmente si tratta di programmi che vi consentono di comprendere, ed iniziare ad operare nel mondo del Trading Online, senza investire denaro, con delle vere e proprie simulazioni.
Questa è una delle ultime novità del settore, una vera manna dal cielo per coloro che, in un certo qual modo, si affacciano in questo nuovo mondo.
Insomma un vero e proprio simulatore, che consentirà a tutti di iniziare la loro nuova avventura, parafrasando dei termini aeronautici, evitando di precipitare e provocare danni, talvolta irreparabili.
Qualsiasi broker e piattaforma, prevede l'apertura di un conto, anche minimo, in maniera tale da poter iniziare ad operare.
Il consiglio fondamentale è quello di porsi un budget da investire.
Questo non va mai variato, per nessun motivo.
Ad esempio, se ci si trova in perdita, la prima regola d'oro, consiglia, o meglio, impedisce di incrementare il budget, per cercare di recuperare la somma che, in quel preciso momento si sta perdendo.
Questa azione rischia infatti, di incrementare, anche in maniera troppo cospicua, le perdite, portando il trader a possibili default.

Investire oggi: dove e come fare soldi con il Trading Online
Alcuni Broker importanti


Quando parliamo di Broker, intendiamo quegli elementi fondamentali, in grado di impostare le strategie vincenti per fare Trading Online.
Iq Option è un broker facile ed intuitivo, perfetto per coloro che sono principianti, tanto che prevedono un'apertura di un conto con solo 10 euro.
Plus 500 invece è uno dei più conosciuti ed utilizzati, una piattaforma molto potente e flessibile che, consentebdi operare in maniera fluida ed efficace.
Xtrade è una piattaforma specializzata nel trading CFD.
24 Option.com invece è un broker affidabile molto utilizzato ed in grande espansione; infine, ma non per ordine di importanza, menzioniamo anche Markets.com che prevede un deposito di 100 euro.

Trading Online con CFD


Generalmente questo mercato non contempla gli investimenti a lungo termine, quelli che in borsa vengono definiti titoli da cassetista.
I CFD sono dei prodotti derivati che consentono di ricavare profitti, anche se la quotazione dello stesso è in perdita. Concettualmente questo non sarebbe possibile, ma con i CFD, certe regole vengono, in qualche modo, ribaltate.
I CFD letteralmente sono i contracts for difference e, consentono di guadagnare denaro sia quando il titolo sale che quando scende.
L'importante e' prevedere l'andamento del titolo, il trend nel breve periodo.
Questi a differenza delle azioni, non prevedono la distribuzione di dividendi, ma a differenza di queste ultime, possono generare utili anche se il titolo risulta essere in perdita.

Opzioni binarie


Altra tipologia di strumento finanziario derivato, che ha la caratteristica di replicare il valore specifico di un altro strumento finanziario.
Questo può essere una azione, una valuta, un indice o una materia prima come ad esempio l'oro.
Le opzione binarie, rappresentano lo strumento speculativo per eccellenza; questo significa che si tratta di investimenti dai quali, si puo' lucrare solo ed esclusivamente nel breve periodo.
Il trader fornisce una scadenza per l'opzione binaria, entro la quale la previsione deve verificarsi per poter generare guadagni.


LEGGI ANCHE

Approfondimenti: