22/02/17

Filled Under: ,

Come estinguere un mutuo senza applicazione di commissioni

Novità mutui: il recepimento della direttiva UE n. 17/2014 dovrebbe portare alcune novità in materia di estinzione anticipata del mutuo.
Il recepimento del provvedimento, previsto entro il 21 marzo 2016, è comunque uno degli otto provvedimenti inerenti direttive comunitarie che ha ottenuto il via libera dal Consiglio dei Ministri.

Il recepimento della Direttiva UE n. 17 del 2014 prevede oltre che la possibilità per il cittadino di estinguere anticipatamente il mutuo senza applicazioni di commissioni, indennità od oneri , nonché la creazione di  un modello standard per valutare i beni immobili ai fini della concessione del mutuo.

Il mercato immobiliare verrà controllato direttamente dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate viene previsto anche un periodo (pari a sette giorni) entro il quale il consumatore ha la possibilità di confrontare le varie offerte presenti sul mercato prima di vincolarsi con la firma del contratto.

Dove Investire? Opzioni Binarie, conviene investire?
Azioni Volkswagen Pensioni , pensione anticipata

Novità mutui 2016, ma non solo:

L’esecutivo avrà il compito di recepire anche la direttiva n. 2015/637 che riporta alcune regole in materia di tutela a livello consolare dei cittadini appartenenti alla comunità europea quando questi si trovino in un paese terzo all’interno del quale lo Stato di cittadinanza non ha a disposizione una ambasciata o un consolato di riferimento.
LEGGI ANCHE: Prestiti senza busta paga

Ulteriore Direttiva da recepire è la n. 849 del 2015 inerente la “prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio di ricavi derivanti da attività criminose o finanziamento del terrorismo”.
Inoltre entro il termine di Novembre 2016, dovrà comunque essere recepita la direttiva che obbliga gli Stati ad adottare le misure necessarie per ridurre in modo considerevole l’utilizzo di borse di plastica in materiale leggero.
Insieme a tale misura dovranno inoltre essere adeguate le disposizioni normative che prevedono una gestione collettiva dei diritti d’autore e dei diritti connessi oltre che alla concessione di licenze  su più territori e per i diritti relativi ad opere musicali per l’uso online all’interno del mercato italiano.



0 commenti:

Posta un commento

TU COSA NE PENSI ? SCRIVI LA TUA OPINIONE:
Il Vostro commento sarà pubblicato subito appena approvato.
Commenti Offensivi o Spam non verranno pubblicati.

Metti la spunta a 'Inviami notifiche', per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.